La tradizione dei Re Magi in Spagna

Di Isleta Design Studio 2 settimane faNessun commento

Il giorno dell’Epifania nella cultura spagnola

Siamo ormai alla fine delle vacanze natalizie e dopo aver scartato i regali e fatto i migliori auguri ai nostri cari ed amici, non ci resta altro da fare che raccontarvi un po’ l’atmosfera che oggi si respira a Las Palmas, e nella maggior parte delle città spagnole. Durante il 5 e 6 gennaio infatti si celebra il giorno dell’Epifania con l’arrivo dei Re Magi, i tre saggi che, dopo la nascita di Gesù di Nazareth, vennero dall’Oriente per rendergli omaggio e dargli doni di grande ricchezza simbolica: oro, incenso e mirra.

A Las Palmas de Gran Canaria questi tre protagonisti sono attesi con trepidazione da tutti i bambini. Ebbene sì, Babbo Natale si accontenta solo di un secondo posto perché in realtà ogni bambino di Spagna tiene un Re Magio preferito e a lui solo scrive la letterina con i doni che vorrebbe ricevere. Il 5 gennaio i Re Magi sfilano in una cabalgada per ricevere tutte le lettere dei bambini in una festa piena di colori, coriandoli e caramelle. Il corteo parte dal quartiere de La Isleta, arriva fino a quello di Triana e sembra durare molte ore perché i carri che sfilano sono davvero tanti! Ma vediamo meglio chi sono questi tre grandi saggi d’Oriente. Noi li abbiamo immaginati molto “orientali”, e ben distinti nei colori tipici della tradizione spagnola, rosso, blu e verde.

reyes-magos_melchor

Re Melchiorre è il re rappresentato con barba e capelli bianchi, con la pelle chiara e un mantello rosso. Come dono porta oro e il significato del suo nome in ebraico è “re della luce”. Nella cultura popolare rappresenta l’età adulta dell’uomo.

reyes-magos_gaspar

Re Gaspare è il re dai capelli rossi, talvolta castani, con la pelle mulatta e il mantello blu. Il suo dono è uno scrigno pieno di incenso e per questo motivo lo abbiamo immaginato un poco più “indiano”, con un turbante più evidente e due grossi baffi rossicci. Nella cultura popolare rappresenta l’età media dell’uomo.

reyes-magos_baltazar

Re Baldassarre è probabilmente il re più caratteristico dei tre, con la sua pelle scura e il suo mantello verde. Il suo dono è la mirra, un unguento resinoso e profumato utilizzato secondo la tradizione per ungere il Bambino Gesù, da cui deriverebbe il significato del suo nome, “l’Unto”. Noi lo abbiamo immaginato come un re dalle caratteristiche persiane, egiziane e babilonesi. Nella cultura popolare Re Baldassarre porta il “carbone” ai bambini che si sono comportati male durante l’anno. Tuttavia il carbone è solitamente un dolce fatto principalmente da zucchero e colorante nero. Chissà se è proprio questo motivo a renderlo il re più apprezzato dai bambini!

Il Roscón de Reyes

Alla tradizione dei Re Magi è associato un dolce tipico in tutta Spagna chiamato Roscón de Reyes, ovvero “Ciambellone dei Re Magi”. In realtà sembra trattarsi di un dolce tipico in molte altre culture, come quella francese, con una ricetta e una tradizione che cambiano lungo tutta l’europa. Si tratta di una ciambella dolce ricoperta da mandorle, zucchero e frutta candita di tre colori, giallo, rosso e verde. All’interno di questo buonissimo dolce natalizio sono solitamente nascosti, secondo tradizione, una fava secca e una figura di Re Magio. Chi trova la fava è costretto a pagare il Roscón mentre il fortunato che trova la figura viene incoronato “re per un giorno”. Di seguito vi lasciamo con una specie di filastrocca in spagnolo legata a questa curiosa tradizione che chiude tutte le feste natalizie.

reyes-magos_roscon-de-reyes
He aquí el Roscón de Reyes, tradición de un gran banquete
en el cual hay dos sorpresas para los que tengan suerte.
En él hay, muy bien ocultas, una haba y una figura;
el que lo vaya a cortar hágalo sin travesura.
Quien en la boca se encuentre una cosa un tanto dura,
a lo peor es el haba, o a lo mejor la figura.
Si es el haba lo encontrado, este roscón pagarás,
mas si es la figura, coronado y Rey serás.
Categoria:
  Festività
questo articolo è stato condiviso 0 volte
 200

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata.